29 gennaio, 2019 | Posted in Point of view

Definisci “Lusso”

Cos’è oggi “lusso”? Il mercato dei prodotti premium evolve rapidamente, le abitudini dei consumi seguono adeguandosi a nuove culture e priorità. Questo mercato oggi è guidato dalle scelte dei target più evoluti, funziona secondo il paradigma di una nuova esclusività, più consapevole, colta e meno ostentata. E il pack interpreta questa evoluzione.

Basta confezioni luccicanti, oggi si chiede ai prodotti, nelle diverse categorie, di essere “intelligenti”.
La confezione di un prodotto intelligente deve essere sostenibile, elegante nel suo understatement, raccontare una storia credibile.
La rilevanza per la gente e la coerenza con il posizionamento di Marca, sono la guida per ogni scelta di immagine.

C’è un nuovo bisogno di equilibrio estetico, espressione di contenuti tanto sofisticati, quanto semplici, per dare risposte ad una vita piena di oggetti che facilmente diventano inutili e ingombranti, di cui spesso non abbiamo un vero bisogno, ma che riempiono il nostro essere perché sono espressione della nostra personalità, non più del nostro status.

C’è un nuovo bisogno di materiali sostenibili, perché la consapevolezza di “come” consumiamo sarà sempre più importante,
facendoci sentire protagonisti di scelte che riguardano il tempo e lo spazio che viviamo. Il tempo e lo spazio sono, infatti, sempre più sinonimo di un “nuovo lusso”, di una “nuova salute”.

C’è un nuovo bisogno di distintività: in un mondo che rischia di omologarsi nelle scelte estetiche, la capacità di avere “personalità” all’interno di un mercato di riferimento diventa una nuova espressione di ricchezza culturale e artistica. La personalità di un prodotto e della confezione che lo presenta sono la vera alternativa all’esclusività che eravamo abituati a ricercare nei prodotti premium e che rischiava di essere “linguaggio di categoria”, con i suoi canoni estetici e di materiali.

Questa nuova grande tendenza che riguarda tutti i paesi evoluti, e che in un primo momento sembrava non riguardare i mercati emergenti, sta invece velocemente riguardando tutti, perché i nuovi mercati non faranno il nostro “lento” percorso di crescita culturale; non vivranno il travaglio del raggiungimento del sogno del successo e dei suoi benefici, ma salteranno tutte le tappe, partendo dal 3.0.

In questo contesto di grande cambiamento dei contenuti del lusso, l’Italia può avere un grande ruolo, perché la nuova ricchezza riparte dalla cultura, dalla storia, dalla tecnologia, dall’innovazione, espressione di una personalità distintiva, piena di inventiva e visione. Gli Italiani, se non dimenticheranno di avere tutte queste caratteristiche nel loro DNA, potranno continuare ad essere tra i grandi produttori del lusso nel mondo, nonché testimonial della capacità di viverlo.

Roger Botti
General Manager and Creative Director