Pickwick

OPPORTUNITÀ. Dall’incontro tra Piemme Editori e Sperling Kupfer, del Gruppo Mondadori, nasce una nuova offerta per il segmento paberback che rappresenta la fusione dei due cataloghi esistenti in una nuova offerta più concentrata e forte dal punto di vista commerciale.

STRATEGIA. La sfida era creare un marchio in grado di accogliere al proprio interno una proposta così ampia e variegata, veicolando un’unica coerente promessa di Marca. Per questa ragione la strategia definita individua nella “varietà” il cuore dell’offerta: il nuovo marchio si caratterizza per il suo ricco catalogo di libri in grado di incontrare e gratificare i gusti più differenti. Il nuovo brand è universale, vicino, accessibile.

PROGETTO. Il progetto prende avvio dall’ideazione di un concept di posizionamento in seguito adottato come payoff: “Il mio libro quotidiano”. Prosegue con la definizione del nome che è insieme un riferimento colto (Il circolo Pickwick di Charles Dickens) e un suono facile, memorabile ed evocativo. Il marchio è un pesciolino rosso, un simbolo universale, una mascotte, un piccolo amico quotidiano che, con il suo grosso occhio, si guarda attento intorno e si informa. Infine un linguaggio di marca, fatto di segni semplici, riconoscibili e proprietari, che con agilità e freschezza si declina su una molteplicità di strumenti.

RISULTATO. Una nuova collezione di libri chiaramente identificata e posizionata sul mercato: facile, veloce, adatta allo stile di vita di ognuno, da portare sempre con sé. Un libro al giorno. Tutti i giorni.