Mirabilia

Mirabilia. Una Wunderkammer per scoprire i mestieri d’arte milanesi”, è la mostra ideata da Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte e in programma presso la Quadreria di Triennale Milano fino al 10 gennaio 2021. Un tributo alla città di Milano che riunisce una serie di oggetti straordinari di grandi artigiani milanesi, tra eredità rinascimentali e alta manifattura contemporanea.

Il progetto di visual identity è volto a rappresentare l’unione tra design e il “saper fare” dei mestieri d’arte che la mostra vuole sancire, a tradurre in valore la specificità e unicità, attraverso la costruzione di un racconto e di una identità riconoscibile e distintiva. Un approccio che, grazie al visual design, riesce a dare maggior risalto e impatto al messaggio di cui l’esposizione è portatrice.

In quest’ottica, la scelta dell’immagine manifesto – in accordo con Fondazione Cologni, curatrice della mostra – è andata sull’opera “Metaphysical Cube” di Gianluca Pacchioni, artista e maestro dell’arte dei metalli conosciuto a livello internazionale.

Robilant Associati ha inoltre collaborato al catalogo della mostra, e ha curato la direzione artistica della rivista Mestieri d’arte e design. Crafts Culture”, semestrale di Fondazione Cologni distribuito agli abbonati di Elle Decor Italia, in allegato al numero di ottobre.

La mostra è anche occasione per il rilancio di “Mestieri d’Arte & Design. Crafts Culture”.
La storica rivista della Fondazione Cologni per i Mestieri d’Arte, nata con l’obiettivo di dare narrazione e visibilità allo straordinario patrimonio di saper fare e di alto artigianato del nostro Paese, si rinnova dotandosi di un graphic design e di un nuovo layout editoriale coraggioso, innovativo e colto.
Con la direzione artistica di Robilant Associati, la craftmanship diventa emozionale e coinvolgente grazie a uno storytelling visivo che attinge agli stilemi del design e del lifestyle, aprendo l’universo dell’alto artigianato, cosi esclusivo a ricercato, alla conoscenza e all’apprezzamento di un pubblico più ampio.

"Tributo a Milano e ai grandi artigiani milanesi"